Cuzzupa con Nerò Liquirizia

La cuzzupa non può mancare nel periodo pasquale, anche se quest’anno sarà una pasqua insolita e particolare senza la possibilità di grossi festeggiamenti, però questo non vuol dire che non si può preparare una cozzupa un po’ più particolare.
Voglio proporvi infatti una cuzzupa molto originale e gustosa con l’uso di Nerò Liquirizia di Bosco Liquori, un modo per gustare le vecchie tradizioni però in chiave moderna con vera liquirizia calabrese.

 

Ingredienti per 4 persone:

 
  • 700g di farina 00 
  • 150g di zucchero
  • 2 uova intere
  • 2 tuorli
  • 50 ml di latte
  • 80 g di burro
  • 25 cl di Nero’ Liquirizia 
  • 2 cucchiaino di bicarbonato
  • 1 cucchiaio abbondante di aceto 
  • 1 pizzico di sale
 Procedimento:
  1. Prendiamo il cestello della planetaria e mettiamo al suo interno: prima i tuorli, poi apriamo le uova, lo zucchero e il Nero’ Liquirizia
  2. Poi aggiungiamo la farina e il bicarbonato e l’aceto, azioniamo la nostra planetaria a bassa velocità poi aggiungi il burro e il latte e riaziona la planetaria prima a bassa velocità e poi aumentiamo gradatamente.
  3. Quando comincia ad attorcigliarsi intorno al gancio della planetaria, stacchiamola e mettiamola sulla spianatoia
  4. Continuiamo ad impastare a mano fino a ottenere un impasto liscio ed omogeneo
  5. Facciamolo riposare in frigo per circa 30 minuti
  6. Dividiamolo in delle palline di circa 150 grammi
  7. Prendiamo una teglia e mettiamo sopra della carta da forno, mettendo le nostre palline al centro , o un uovo così da fare le vere e proprie cuzzupe , oppure come faccio io che non preferendo l’uovo sodo, metto sopra un’altra pallina di impasto più piccola.
  8. Disponiamoli sulla teglia , spennelliamo sopra il tuorlo di un uovo e inforniamo a forno preriscaldato a 180 gradi per circa 35 minuti circa in base al forno che usi Dopo sfornate lasciale raffreddare
  9. Quando le degusterete sentirete la differenza rispetto alle altre cuzzupe solite, il gusto della liquirizia nel finale avvolgerà a pieno il vostro palato.

Lo chef Piero Cantore vive a Camigliatello Silano, tra le splendide montagne della Sila. La sua passione per la cucina ha origini lontane, quando da bambino ammirava la nonna cucinare, “inebriando le mie narici con il profumo delle lunghe cotture di carne e pomodoro”. Specializzato nella cucina vegetale, gestisce rubriche dedicate al mondo vegan su due riviste nazionali: il settimanale “Di Tutto” e il mensile “Così in Cucina”. Scrive inoltre per il settimanale “Cronache Nazionali” e gestisce il Blog di cucina cucinareconlamaro.altervista.org


VAI AL CORSO DI CUCINA “AI FORNELLI CON PIERO”


TORNA ALLE RICETTE CON Amaro Silano

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *